CROLLO DEL MONUMENTO AI CADUTI

Giovedi 5 marzo, a causa del fortissimo vento che ha sradicato vari alberi, è stato distrutto il monumento ai caduti della prima guerra mondiale nel giardino di Piazza Dante Alighieri. Una grossa conifera alta più di quindici metri è rovinata sul monumento, che è stato ridotto in  pezzi.

WP_20150305_001
L’albero caduto sul Monumento.

Oggetto di un probabile progetto di restauro in occasione della ricorrenza dei cento anni dall’entrata in guerra dell’Italia, il monumento ha subito invece l’amara sorte della distruzione.

WP_20150305_009
Le rovine del monumento

Il Monumento ai Caduti fu inaugurato 2 dicembre 1923 (cinque anni dopo la fine della Prima Guerra Mondiale); era stato progettato dall’Arch. Gino Chierici, eseguito dallo scultore senese Ettore Brogi e, per la parte architettonica, realizzato dai fratelli Pini di Serre di Rapolano. Costruito in pietra arenaria della cava pientina e travertino di Rapolano, costò 19.800 Lire (circa 16.000 euro di oggi), con il contributo del Comune e offerte di privati cittadini. (Notizie tratte da G.B. Mannucci, Pienza arte e storia, 1927).

xilografia
La xilografia di Dario Neri, pubblicata a pag. 279 della guida “Pienza, arte e storia” di G.B. Mannucci.

Pubblichiamo qui di seguito alcune foto storiche e una immagine recente, forniteci dal Gruppo Fotografico Pientino.

monumento_2

monumento_1

monumento_2013
Immagine recente